Genetica Picture

English Chinese Spain French Italian Dutch Norwegian Swedish Portuguese Taiwanese

E se alla razza è già stato applicata l'inbreeding?

Se una razza o una popolazione ha raggiunto livelli di inbreeding per cui già si vedono chiari segnali di depressione, per esempio un alto grado di cancri o infezioni, cosa fare?

Se ci sono linee scorrelate in altre nazioni, la migliore soluzione sarebbe naturalmente quella di incrementare lo scambio di gatti tra queste nazioni. Se queste linee scorrelate non sono disponibili, dovremo fare incroci con un'altra razza o gatti non registrati che rientrano nello standard con una certa ragionevolezza. Se verranno mischiati abbastanza geni nuovi nella popolazione, il problema dell'inbreeding verrà risolto.

Una obiezione diffusa contro questo tipo di soluzione è che noi non sappiamo quali nuovi pericolosi geni potrebbero essere introdotti da questi outcross. E' vero, non lo sappiamo. Quel che sappiamo è che la maggior parte degli individui porta dei geni recessivi pericolosi. Molti allevatori pensano anche che è meglio avere una popolazione con maggior inbreeding e meno tipi diversi di malattie genetiche, in modo da poterle tenere più facilmente sotto controllo. Magari ci sono pure test disponibili per queste malattie. Ma, come vedremo più avanti, è meglio avere frequenze più basse di numerosi geni recessivi differenti che avere una più alta frequenza di un singolo gene recessivo.

Assumiamo di avere una popolazione A con una frequenza genica del 50% per un qualche difetto genetico. Lo confronteremo con quello di una popolazione B con una frequenza genica del 10% per 5 diversi difetti recessivi. Entrambe le popolazioni avranno la stessa frequenza di geni pericolosi, ma la popolazione A ha dei geni difettosi di un solo tipo (facile da tenere sotto controllo) mentre la popolazione B ha i suoi geni difettosi suddivisi in cinque diversi tipi.

Il rischio per un cucciolo nella popolazione A di mostrare il difetto genetico è allora 0.50 x 0.50 = 0.25 = 25%.

Il rischio per un cucciolo nella popolazione B di mostrare il difetto genetico è 5 x (0.10 x 0.10) = 0.05 = 5%.

Questo mostra che otterremo un minor numero di cuccioli malati nella popolazione che ha frequenze più basse per differenti tipi di difetti. Il modo più efficace per mantenere una razza sana non è cercare di eliminare i recessivi pericolosi, ma di far calare la frequenza ad un livello talmente basso che due recessivi dannosi dello stesso tipo non si accoppino mai.

Alcuni allevatori esiteranno ad eseguire incroci perchè temeno che il tipo venga perso per sempre. Alcuni allevatori sono dell'opinione che l'inbreeding (linebreeding) sia il solo modo per ottenere tipi eccellenti ed uniformi. E' vero che l'inbreeding è il modo più veloce per ottenere dei risultati in quest'area. Il problema è che si rischia la salute a lungo tempo di questi gatti. E' possibile raggiungere gli stessi risultati senza inbreeding, sebbene occorra più tempo. Sfortunatamente l'inbreeding è una scorciatoia molto allettante per gli allevatori che sono interessati a portare i loro gatti in expo. Ma uno dovrebbe tenere a mente che molti di questi geni che vengono duplicati dall'inbreeding non hanno assolutamente niente a che vedere con il tipo. Per esempio, un essere umano ha approssimativamente 30 000 geni e il 98,5% di questi sono identici a quelli di uno scimpanzè! Eppure, non siamo noi piuttosto diversi da uno scimpanzè? Quanto ampiamente potranno differire i geni di un Siamese e di un Persiano? O di un norvegese e di un maine coon? O tra un burmese di buon tipo ed un burmese di un tipo appena ragionevole? Non molto più di quanto noi non potremmo fissare in alcune generazioni di allevamento selettivo, sono piuttosto sicura di questo!

Successivo...